Cerca nel blog

lunedì 19 ottobre 2015

La prossima volta a cura di Martina Campisi

Autore: Marc Levy
Titolo: La prossima volta
Genere: Romanzo rosa
Pagine: 211
Data di pubblicazione: 2006
Casa editrice: Corbaccio


Jonathan e Anna stanno per sposarsi quando Peter annuncia una notizia che cambierà la loro vita. Ha appena saputo che una galleria di Londra è venuta in possesso di cinque tele di Vladimir Radskin, pittore del XIX secolo del quale Jonathan è il massimo esperto. Tra queste potrebbe esserci il dipinto leggendario smarrito in circostanze misteriose nel 1868, che Jonathan cerca da vent'anni. Quando Jonathan incontra Clara, proprietaria della galleria di Londra, vengono entrambi colpiti da un forte senso di déjà-vu. Indagando per autenticare il quadro, scopriranno molte cose sull'artista ma soprattutto su se stessi. Tre vite differenti, tre destini intrecciati in una corsa contro il tempo per salvare un amore che trascende il tempo...



   Marc Levy ci racconta la storia d’amore che va oltre i confini spazio- temporali, molto dolce e intensa che vi porterà a leggere il libro tutto d’un fiato, ansiosi di scoprire come andrà a finire il romanzo, spesso intervallato da déjà-vu. 

“Conosco una sola alchimia che dona bellezza all'età: l'amore.”

L’amore “soprannaturale” di Jonathan e Clara è inspiegabile ma travolgente, non si trova una spiegazione a tale attrazione ma c’è ed è forte, più forte dell’imminente matrimonio di Jonathan con Anna. L’ansia di autenticare il quadro li costringe a concentrarsi sulla ricerca delle prove ma insieme scopriranno molte cose sull’artista e su se stessi. All’inizio è un po’ lento, ma poi diventa davvero appassionante. L’ho divorato in due giorni! E’ certamente una lettura piacevole e poco impegnativa, magari adatta a questo periodo in cui le giornate si fanno più cupe e si ha voglia di ritagliarsi uno spazio per sé al calduccio. Lo consiglio ai romantici, a chi crede fortemente nell’amore per la vita e che, in questo caso, va oltre la vita stessa.

“Se nel corso di una di queste esistenze terrestri una metà si separa dall'altra, rompe il giuramento che le lega, le due anime allora si spegneranno. Non possono continuare il viaggio separate.”

Nessun commento:

Posta un commento