Cerca nel blog

venerdì 22 gennaio 2016

Ernest e Celestine a cura di Katia Fortunato

Autore: Daniel Pennac
Titolo: Ernest e Celestine
Genere: Narrativa ragazzi
Pagine: 187
Data di pubblicazione: 2013
Casa editrice: Feltrinelli


Il mondo di sopra è abitato dagli orsi e il mondo di sotto dai topi. È risaputo: i due mondi sono incompatibili e i loro popoli sono acerrimi, secolari nemici. Eppure nessuno potrà impedire a un orso e a una topina di diventare compagni inseparabili. Prima, però, dovranno affrontare mille peripezie e pericoli, sfuggire a una miriade di topi furiosi attraverso i cunicoli delle fogne, evadere da un furgone blindato della polizia, scappare su un camioncino di dolci rubato, per rifugiarsi nella loro calda e accogliente casa nel bosco, nascosta sotto una coltre di neve. Qui potranno finalmente dedicarsi alle rispettive passioni, la musica e il disegno, anche se il pericolo non tarderà a ripresentarsi, con l'arrivo della primavera. Ernest e Celestine litigano e fanno pace, scherzano e si prendono cura l'uno dell'altra: dopo essersi incontrati, l'idea di separarsi è per loro la cosa più detestabile del mondo e per evitarlo sono disposti a tutto. Dalla stima dell'autore per l'artista Gabriella Vincent, dall'amore per i personaggi dei suoi albi illustrati, nasce un romanzo per bambini che conquisterà i lettori di tutte le età. Età di lettura: da sette anni.


   Ma che carino questo libro. Libro per ragazzini, ma che consiglio fortemente ai grandi, soprattutto a quelli che non accettano la diversità degli altri, che pensano che il diverso sia sbagliato e che hanno una chiusura mentale talmente forte da rasentare il bigottismo e il razzismo.

“Le storie non finiscono mai, continuano dentro di noi.”

È bellissimo leggere di questi due animali che accettano l'uno e l'altro come la cosa più naturale del mondo. In gamba Pennac nello stile. Divertentissimo. Pennac, non si limita a raccontare una storia. Fa intervenire i personaggi, interagisce con loro e a un certo punto vediamo spuntare anche il lettore. Elemento tra l'altro essenziale, dato che la storia è per lui.

“LETTORE: Tutti i capitoli, Celestine, li voglio tutti! Tristi o allegri, li voglio tutti! È la mia storia.
ERNEST: Senti un po', Lettore, potresti anche metterti nei nostri panni, perché il capitolo seguente è davvero spaventoso!
LETTORE: Ma io mi metto nei vostri panni, Ernest! Se voi ridete, rido, se piangete, piango, e se avete paura, ho paura anch'io.”

Leggete questo libro ai vostri figli, sarà una bella avventura anche per voi.

Nessun commento:

Posta un commento